Trattamenti laser urologia

Trattamenti laser urologia

Quali sono i benefici che apporta la tecnologia nelle procedure mediche chirurgiche? Quasi sempre si tratta di notevoli miglioramenti che influiscono qualità del lavoro svolto dal chirurgo, rendendo gli interventi più sicuri e meno invasivi rispetto alle tradizionali tecniche chirurgiche.

Trattamenti laser urologia

Il primo laser al mondo è stato sviluppato da Theodore Maiman nel 1960. Nel corso degli ultimi cinque decenni, questa tecnologia si è evoluta in un'entità altamente specializzata, trovando anche un mercato di nicchia nel campo dell'urologia. I laser ottenuti da vari mezzi laser che producono luce amplificata di diverse lunghezze d'onda sono stati testati per applicazioni urologiche.

Oggi, questi laser sono più comunemente utilizzati nella gestione chirurgica dell'iperplasia prostatica benigna e come litotritore intracorporeo. Altri usi includono l'ablazione di vari tumori urologici e l'incisione di stenosi del tratto urinario superiore e inferiore. È in atto un processo continuo di evoluzione di questa tecnologia, che rende i laser chirurgici sempre più sicuri, più efficaci e più convenienti. Tra i differenti dispositivi disponibili, i laser a olmio, a diodo e al thulium sono attualmente i più popolari.

Cos'è il laser?

La parola "laser" deriva dalle lettere iniziali della frase "Amplificazione della luce per emissione stimolata di radiazione" che significa "amplificazione della luce per emissione stimolata di radiazione". Il laser è un raggio speciale di radiazione luminosa, che non esiste in condizioni naturali, ma viene prodotto solo in laboratorio con attrezzature tecnologiche speciali. Questa luce necessita di una fonte di energia (ad es. elettricità) e di mezzi di produzione naturali (ad es. cristallo, gas, colorante, ecc.).

Tipi di laser

A seconda del mezzo fisico utilizzato per la produzione di vari tipi di laser, i seguenti tipi di laser sono utilizzati principalmente in urologia:

  • Neodimio: Ittrio-Alluminio-Granato (Nd: YAG) Laser - Spesso usato in urologia, sia in chirurgia endoscopica che in chirurgia gastroenterologica interventistica.
  • Holmium: YAG Laser - Utilizzato principalmente in Litotrissia endoscopica e prostatectomia intrauretrale.
  • Diodo Laser - Utilizzato principalmente nella prostatectomia intrauretrale.

Nelle procedure chirurgiche, l'impatto dell'energia laser sui tessuti può causare due tipi di reazione:

  • Coagulazione.
  • Sublimazione.

L’evoluzione del laser in Urologia

L'uso dei laser in medicina non è nuovo, in urologia esistono da più di 40 anni. Oggi i laser medici in urologia e la tecnologia delle fibre ottiche offrono grandi vantaggi in vaste applicazioni chirurgiche. La scelta dell'applicazione laser appropriata richiede la piena comprensione dei pro e dei contro della tecnologia laser.

I sistemi laser che vengono solitamente utilizzati nell'urologia contemporanea includono: laser Greenlight e Stonelight - entrambi applicati nell'iperplasia prostatica benigna (IPB) e nell’urolitiasi. Studi clinici dimostrano che il laser Greenlight è il trattamento più adatto per l’iperplasia prostatica benigna (IPB) mentre studi clinici simili dimostrano che Stonelight è il miglior trattamento per l’urolitiasi.

L’applicazione del laser (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) in Urologia è molto diffusa nel trattamento di diverse patologie tra cui calcolosi, ipertrofia prostatica benigna (IPB), neoplasia vescicale, neoplasia renale e neoplasie ureterali. Inoltre, in alcune aree terapeutiche, il laser è diventato la principale modalità di trattamento.

Oggi, i tipi di laser più comunemente usati in urologia includono:

  • Nd: YAG;
  • Ho: YAG (olmio: YAG);
  • Gio: YAG (thulium: YAG);
  • CO 2 (anidride carbonica);
  • KTP (potassio titanil fosfato);
  • LBO (triborato di litio);
  • Laser a diodi.

Vantaggi del metodo laser in urologia

Vantaggi per il paziente

  1. Sollievo immediato dei sintomi - Evacuazione rapida durante il recupero.
  2. Meno sintomi di irritazione ed effetti collaterali.
  3. Il cateterismo è limitato da tutti, a meno di 24 ore (al contrario di altri metodi, in cui il catetere rimane nel paziente per 2-5 giorni).
  4. Il paziente di solito lascia lo stesso o il giorno successivo.
  5. Lavorabile anche in regime ambolatoriale.
  6. Rapido recupero: il paziente ritorna alle normali attività entro pochi giorni.
  7. Uso sicuro del laser in pazienti con pacemaker o defibrillatori impiantati.

Vantaggi per il chirurgo

  1. Risultati secondo il metodo TURP classico, ma con meno complicazioni da TURP.
  2. Praticamente, un metodo non invasivo
  3. Applicabile anche in pazienti con anticoagulanti.
  4. Veloce e facile da imparare.
  5. Ampia selezione di pazienti - Pazienti con ritenzione
  6. Ampia scelta di dimensioni e morfologia delle ghiandole - Pazienti con anticoagulanti.
  7. Diverse scelte di anestesia: blocco spinale, generale, perineale con sedazione. Usando il siero
  8. Eliminazione della sindrome da assorbimento.
  9. Risultati a lungo termine.

Vantaggi per il sistema ospedaliero / sanitario

  1. Riduzione dei costi di ospedalizzazione;
  2. Sbloccare i letti d'ospedale;
  3. Applicandolo in condizioni di Day Clinic;
  4. Ridurre i costi prolungati (ad es. Farmaci);
  5. Ridurre i costi di gestione delle complicanze associate ad altri metodi (ad esempio TURP).
Chiama Ora
Whatsapp
Email